Il coperchio

Filosofeggiando, Sono cose della Vita Add comments

Quando ero decisamente più giovane avevo la messa a fuoco sui miei pensieri davvero molto ben regolata; nulla che attraversasse il mio cuore o sfiorasse la mia anima restava “oggetto non identificato” per molto tempo. Forse perchè avevo molto tempo per riflettere, fatto sta che pensavo tanto e capivo abbastanza; di me, naturalmente. Sono sempre stata molto fiera di questo perchè è così che sono cresciuta ed ho anche superato ostacoli e difficoltà del momento, ho operato cambiamenti che mi hanno portata ad essere quella che sono. O che ero.
Perchè oggi non trovo più quella caratteristica che mi era tanto utile a non ristagnare nelle cose e nelle sensazioni. Se mi fermo (e già fermarsi in questo momento è difficile) ho l’impressione di essere in un vecchio e intasato ripostiglio; a casa mia si chiamava ” la stanza di sgombero”. C’era qualsiasi cosa non trovasse una collocazione consona fuori di lì e per un bambino era una stanza anche molto interessante. Crescendo è rimasta la stanza in cui andavano le cianfrusaglie; chiuse lì dentro fingevi non fossero in casa e l’idea liberava spazio anche nella mente. Ecco, io sono nella stanza di sgombero a cercare ciò che ho perso, solo che non lo trovo. E rovistare non ha mai fatto per me, nemmeno nei mercatini in cui, se rovisti bene, fai l’affare del secolo.
Così esco dalla stanza e continuo a sentirmi come una pentola che bolle e fa sobbalzare il coperchio. Se qualcuno lo togliesse almeno sbollirei e forse uscirebbe la condensa per lasciare il risultato di un lungo lavoro…
Finchè non riuscirò a togliere quel coperchio temo sarò anche a corto di troppe parole e faticherò a metterle per iscritto qui..
Come si toglie il coperchio?
Sandra




5 Responses to “Il coperchio”

  1. Terry scrive: |

    con le mani,avendo premura di afferrare prima una presina.ma se non ricordi dov’è,come lo levi il coperchio?

  2. Sandra scrive: |

    no no, io ricordo bene dov’è il coperchio, ma non riesco a coordinare le mani per toglierlo. Necessito di mani amiche. I need friends.
    Una vita senza amici è quasi una non-vita.

  3. Terry scrive: |

    io mi riferivo..alla presina.dove l’hai messa?

  4. Sandra scrive: |

    presina? io pensavo bastasse un lembo del vestito…

  5. Terry scrive: |

    ma che lembo e lembo….i estiti servono per il corpo…le presine per i coperchi e le macchinette del caffè!

Leave a Reply

*
Wordpress Themes by Natty WP.