Non mi dite niente…

…se vi sbadiglio in faccia.
Non lo faccio per maleducazione.
E’ proprio sonno 🙂
E alla vigilia dell’arrivo di un’altra microcreatura in casa che chiederà infinite attenzioni e non saprà cosa signfiichi giorno o notte, non è un buon segno!!

Passo e chiudo: vado a sbadigliare un pò…

Sandra

Countdown

Sabato 20 marzo.
Domani sarà primavera e io ringrazio Dio, perchè questa mattinata è stata a dir poco perfetta.
Da quando sono nata 🙂 ho la fortuna di festeggiare l’onomastico alla vigilia della primavera e, pur trattandosi di una festa dalla quale non pretendo proprio niente, nemmeno che gli altri se ne ricordino più di tanto (e comunque mi stupiscono sempre i messaggi di amici con memoria da elefante!!) forse sotto sotto, sapere che è una giornata un pò diversa mi rende più predisposta…al sorriso.
Sole, non pieno ma sufficiente a far sentire il suo calore e finalmente farci respirare un pò di aria tiepida e dolce.
I miei uomini dolci e ben disposti intorno a me; uscitina semplice, tra qualche commissione e un giretto sulle giostre per il nano che dopo una settimana a casa febbricitante finalmente può uscire, e tutto è andato bene bene bene.
Ritorno a casa con sorpresa: fiori e fiori e fiori 🙂
Nonostante la forma a mongolfiera, mi sento leggera.
E serena.
Buon week end a tutti.

Sandra

Nei sogni, al di là dei sogni

Sono leggera, sottile, eterea.
Volteggio su nuvole impalpabili e tutto è armonico, senza peso nè rumore.
Un tocco di mano è seta e velluto.
Uno sguardo, luce diffusa che illumina solo ciò che è giusto vedere.
Il buio circostante non intimorisce.
Dall’anima una sottile brezza che rende l’aria profumata e piena di mimose e primule.
Le mie mani guariscono e alleviano.
Rendo sogni realtà.
Vorrei.

Sandra

Ma è un errore?

….ero qui, nella parte “gestionale” del blog, che cercavo l’ispirazione per scrivere un post e confessare che…boh..forse essere abitata da una bimba quasi pronta a venire alla luce se è vero che accelera certi pensieri e percezioni ne rallenta decisamente altri per cui mi rendo conto di essere un pò troppo assente da qui. E con un certo dispiacere. Ma è un pò come quando devi accettare che allo specchio sia spuntato un capello bianco che ieri non c’era. Ecco…ero qui, con questo leggero disagio, pronta a scusarmi, e ho scoperto che oggi, proprio oggi, il blog ha raggiunto in sui record di visite giornaliere. Oh..non vi aspettate si tratti di numeri con chissà che zeri…ma credetemi è una cifra mai vista prima, per il blog poco aggiornato di una speaker/donna/mamma nemmeno troppo pubblicizzato e di certo dai contenuti non così furbi da portare qui chiunque. Insomma, grazie per le quasi 400 visite di oggi.
Emmm…sono un pò imbarazzata…
Mi sa che devo come minimo rimboccarmi le maniche..

Sandra